• Seguimi su Google+
  • Seguimi su Facebook
  • Seguimi su Twitter
  • Contattami con Skype
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Visualizza il Feed RSS

Timeline dei Crimini Medici

Scarica il documento

Non uno ma ben quattro diversi avvocati difensori si sono rifiutati di consegnare alla famiglia di Carlo la documentazione in loro possesso (il cosiddetto discovery package) ed è forse proprio per questo che l'ottenere e spulciare questa documentazione era così importante. La scusa addotta è stata che i supporter di Carlo avrebbero probabilmente reso pubblica questa documentazione inficiando la validità della procedura d'appello; in realtà il motivo più probabile è che loro stessi si sono resi conto di quanti e quali reati sono stati commessi durante la prosecuzione di Carlo Parlanti ed hanno disperatamente cercato di evitare un conflitto diretto con la Magistratura e la Polizia di Ventura.

Fatto sta che nella sua determinazione Carlo ha continuato a pretendere la consegna della documentazione, anche a costo di ben due scioperi della fame (il secondo di addirittura 15 giorni). Per ottenere le foto questo fu abbastanza ma il collegio di difesa continuava a rifiutare di consegnare il resto della documentazione (i certificati medici per esempio). Fu necessario ricorrere allo stratagemma di licenziare l'ultimo legale Americano senza assumerne un'altro in modo da costringerlo a consegnare la documentazione al legale di Prigionieri del Silenzio in Italia.

La documentazione arrivò in Italia in uno stato orribile (probabilmente un'altro tentativo di confondere le acque) ma i supporter di Carlo e Carlo stesso cominciarono a spulciare; tra di loro merita menzione la Dottoressa Agnese Pozzi che in seguito produrrà la prima delle molte perizie che cominceranno a mettere in evidenza le assurdità di questo processo farsa.

La Timeline dei Crimini Medici riportata in questa sezione è il frutto di questa certosina analisi: i medici coinvolti non furono uno (come si pretese al processo) ma addirittura otto e molti di loro hanno commesso azioni che vanno ben al di là della malpratica... hanno consapevolmente commesso dei falsi ideologici come vedrete negli articoli e nelle perizie che anticipiamo in questo articolo e riportiamo nella loro interezza nel resto di questa sezione. Leggete ed inorridite:

Leggi tutto: Timeline dei Crimini Medici

Articoli di Denuncia

Sono molti i giornalisti ed i medici che hanno denunciato (alcuni di loro anche formalmente) i medici a dir poco compiacenti che hanno aiutato Rebecca McKay White nelle sue false accuse e, ovviamente, le colluse Polizia e procura di Ventura.

Alcuni tra di loro si sono poi ispirati alla timeline disegnata in carcere da Carlo ed hanno pubblicato, a cura di Prigionieri del Silenzio, un volume dal titolo Timeline dei Crimini medici.

Forse la maniera migliore di riassumere questa sezione è usando le parole di Germano Milite I referti degli specialisti, che hanno spinto i giudici americani a condannare il Parlanti, possono essere inquadrati senza timore di smentita come veri e propri crimini medici.


Francesca Maltagliati, Il Tirreno

Il Tirreno GelocalFrancesca Maltagliati
Il Tirreno

© 31 marzo 2011 http://iltirreno.gelocal.it
False perizie sulla White "Medici denunciati"

Il dottor Jeff Bivens in un referto del 16 agosto 2002 scriveva che Rebecca White presentava lividi intorno agli occhi, mentre le foto scattate alla donna dalla polizia il giorno della denuncia (Vedi: Foto scattate dalla Polizia di Ventura, CA - Presunta Vittima, Rebecca McKay White), avvenuta il 18 luglio 2002 (venti giorni dopo la presunta violenza) non mostrano alcun ematoma.

Leggi tutto: Francesca Maltagliati, Il Tirreno

Fabio Polese, Il Sito di Perugia

Il Sito di PerugiaFabio Polese
Il Sito di Perugia

© 14 marzo 2011 http://www.ilsitodiperugia.it

“Stupro? Processi perversi – Il Caso Parlanti” è il titolo di un libro-denuncia... [che] accusa la polizia e la procura di aver utilizzato evidenze contraffatte e di aver occultato fatti a discarico e incolpa numerosi medici – non solo californiani – di aver emesso certificazioni false ed in contrasto con le foto della polizia ed altre certificazioni.

Leggi tutto: Fabio Polese, Il Sito di Perugia

Germano Milite, Julie News

JulieNews.itGermano Milite
Julie News

© 06 marzo 2011 http://www.julienews.it

I referti degli specialisti, che hanno spinto i giudici americani a condannare il Parlanti, possono essere inquadrati senza timore di smentita come veri e propri crimini medici. I dottori coinvolti in questo incredibile caso di malagiustizia, tra l'altro, si sono chiusi in un misterioso ma facilmente interpretabile silenzio. Com'è possibile, infatti, che un affermato professionista statunitense accusato dalla stampa italiana di aver falsificato o "gonfiato" alcuni referti di enorme importanza, non senta l'esigenza di chiarire in maniera decisa e repentina la propria posizione e le proprie ragioni?

Leggi tutto: Germano Milite, Julie News

Francesca Maltagliati, Il Tirreno

Il Tirreno GelocalFrancesca Maltagliati
Il Tirreno

© 10 febbraio 2011 http://iltirreno.gelocal.it

Tanto per fare un esempio c'è una lettera del 2005 del neurologo Neil L. Pugach della Neurological Associates of Hampton Roads in Chesapeake, Virginia, con la quale Rebecca McKay White viene dichiarata invalida permanente a causa dei danni al cervello subiti nel pestaggio. Lo stesso neurologo aveva però sottoposto, pochi mesi prima, la paziente ad una visita accurata con tanto di risonanza magnetica dalla quale non risultava "niente di rimarchevole". Ma le contraddizioni sono tante e si trovano tutte all'interno di documenti ufficiali, protocollati.

Leggi tutto: Francesca Maltagliati, Il Tirreno

Paolo Signorelli, Giustizia Giusta

To translate

Giustizia GiustaPaolo Signorelli
Giustizia Giusta

© luglio 2010 http://www.giustiziagiusta.net

Ci Sono Ancora Dottori Onesti in America?

Poco tempo fa abbiamo portato alla luce dei riflettori una clamorosa truffa, organizzata ai danni dei servizi sociali federali, dal neurologo Neil L.Pugach e dalla sua paziente Rebecca White (vedi: Antonella Ricciardi, Rinascita). In quell’articolo abbiamo spiegato come Pugach abbia prima firmato tre diversi documenti, certificando che la sua paziente risultava “ OK “, secondo più di una dozzina di test e di esami diversi (unica eccezione una disfunzione tiroidea), poi abbia stilato un altro documento nascondendo tutti i test ed esami eseguiti e dichiarando la paziente “disabile” (per farle intascare i soldi della Social Security).

La gravità del crimine commesso ed il fatto che la documentazione che lo prova sia stata fornita addirittura da una procura californiana ci ha lasciato turbati: come e’ potuto succedere? Ma soprattutto, si tratta di un episodio isolato? Per rispondere a queste domande siamo andati a spulciare più a fondo nella documentazione relativa alla presunta aggressione che avrebbe causato l’ “invalidità permanente” della signora Rebecca White. Vale la pena ricordare che tutta la documentazione che abbiamo consultato (medica e non) riporta in basso a destra le 6 cifre del protocollo della Procura californiana che ha investigato il “crimine”. Chi potrebbe chiedere di meglio?

Ci eravamo preparati mentalmente ad una sorpresa ma quello che abbiamo scoperto supera di gran lunga ogni più assurda fantasia! Ma andiamo con ordine…

Leggi tutto: Paolo Signorelli, Giustizia Giusta

Antonella Ricciardi, Rinascita

RinascitaAntonella Ricciardi
Rinascita

© 31 maggio 2010 http://www.rinascita.eu

Scandalosa Truffa ai Danni dei Servizi Sociali Federali Statunitensi

Gli Stati uniti sono un Paese in cui vige un sistema giuridico dalle regole ferree e che a volte punisce a dismisura; anche lì, comunque, tante, troppe volte, la legge non sembra essere sempre uguale per tutti: non nei principi, ma nei modi in cui di fatto viene interpretata. Infatti, nonostante sia alta la percentuale di false accuse di violenza, fatte spesso per ottenere benefici economici, tale dato viene quasi sempre fatto passare in sordina, forse per salvaguardare le vere vittime…ma che dire dei caso nei quali addirittura dei medici si sono rivelati conniventi? Di recente ci siamo imbattuti, con iniziale incredulità, in un caso che ad attenta analisi sembra appartenere proprio a questa categoria; quello del neurologo Neil L. Pugach della Neurological Associates of Hampton Roads in Chesapeake, Virginia. Nell’aprile del 2005 il dottor Freeman E.T. (anche lui di Chesapeake) aveva raccomandato al neurologo una paziente con una lista di sintomi lunga mezza pagina, fatti risalire ad un’aggressione subita tre anni prima.

Leggi tutto: Antonella Ricciardi, Rinascita

Perizie di Denuncia

E' già molto difficile vedere un medico sbilanciarsi ed affermare che un collega si sia sbagliato... figuriamoci firmare una perizia definendo lo sbaglio intenzionale ed il collega reo.

Ma per quanto incredibile questo è quello a cui ci si trova di fronte leggendo le perizie delle Dottoresse Agnese Pozzi e Benedetta Guidi.

è vittima di falsità, omissioni e commissioni di natura medica oltre che giuridica è di sicuro una frase non equivocabile così come commissioni di natura medica sono reati ideologici compiuti nel falsare consapevolmente la realtà che si sta certificando: insomma questi medici non solo hanno firmato il falso ma sapendo di farlo e, aggiungiamo noi, sapendo anche benissimo quali sarebbero state le conseguenze per il poveraccio accusato di averle provocate quelle false lesioni.

Non solo; come ci ricorda la Dottoressa Guidi, l'impossibilità dell'esistenza di certe lesioni e dell'attribuzione delle stesse è, per assurdo, confermata proprio dalla Polizia e dalla Procura di Ventura che hanno fotografato la donna ed hanno in seguito testimoniato la non sussistenza delle lesioni certificate dai medici fraudolenti in data ben anteriore ai certificati stessi.

Di certo dopo aver letto queste perizie ed aver spulciato un po' di foto e certificati non avrete più alcun problema a comprendere per quale motivo il Giudice James T. Cloninger li abbia esclusi dal processo (leggi: occultati) per proteggere il Procuratore Gilbert Romero e le istituzioni della Contea di Ventura.


Dr. Agnese Pozzi

Dr. Agnese PozziDr. Agnese Pozzi
Consulente per il Tribunale di Montenegro (PZ)

4 marzo 2011, tel +39 (0973) 22519, email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E' doveroso quindi denunciare anche questi fatti specifici, al di là delle irregolarità processuali, che dal punto di vista medico e a garanzia dei diritti dell'inputato, dovevano essere discussi in aula da un tecnico medico designato dal giudice, e ciò non è stato.

Carlo Parlanti è vittima di falsità, omissioni e commissioni di natura medica oltre che giuridica, oltre che della follia di una donna tradita.

Leggi tutto: Dr. Agnese Pozzi

Dr. Benedetta Guidi

Dr. Benedetta GuidiDr. Benedetta Guidi
Specialista in Medicina Legale (PT)

tel +39 (338) 428-3994, email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sulla base di tali considerazioni, pertanto, è possibile affermare l'assoluta incompatibilità cronologica tra l'ecchimosi periorbitali ("black eye") rilevate dal dr. Bivens con l'asserito traumatismo cagionatele da Carlo Parlanti.

Tali lesioni accertate durante tale visita debbono riconoscere necessariamente una genesi successiva alle riferite percosse del 29 giugno 2002.

Vieppiù che nessuna lesione era stata evidenziata al momento della presentazione della denuncia avvenuta il 18 luglio 2002 come dimostrato dalle fotografie scattate nell'occasione dagli agenti di polizia, nè in occasione della prima visita medica effettuata presso il dr. Manchester in data 22 luglio 2002, il cui referto è muto circa tali lesività.

...

In tale lettera aperta il dr. N. Pugach fa riferimento ad un deterioramento cognitivo permanente e progressivo, non migliorabile, di gravità tale da impedire ogni attività lavorativa. Tale deficit è ricollegato dal sanitario alla violenza domestica subita dalla paziente, sebbene nelle visite precedenti lo stesso abbia certificato l'assenza di alterazioni neurologiche sulla base non solo dell'indagine clinica (soggetto vigile ed orientato privo di deficit mnesici e dell'eloquio), ma soprattutto delle indagini di neuroimaging (RMN craniocefalica con e senza mezzo di contrasto) eseguite, risultate prive di note patologiche. Lo stesso aveva diagnosticato solo una cefalea cronica con sovrapposto distiroidismo (patologie non ricollegabili alla presunta violenza) Si fa presente inoltre che il sanitario non ha mai prescritto alcun farmaco specifico per i difetti cognitivi ma solo per l'emicrania.

Leggi tutto: Dr. Benedetta Guidi

Atti Processuali

La Timeline dei Crimini Medici riporta solo alcuni dei documenti, certificati e fotografie utilizzati nel (oppure occultati dal) processo del Popolo della California contro Carlo Parlanti.

Per avere accesso a tutta la documentazione di questo processo Kafkiano visitate The People vs Carlo Parlanti.


2002-07-18 Foto Rebecca McKay White

Sono molte le domande che sorgono spontanee vedendo le foto di Rebecca McKay White prese dalla Polizia di Ventura il 18 di luglio del 2002, ma la più importante è: che cosa spinge un Poliziotto ad ascoltare una persona che dice di essere stata picchiata a sangue (letteralmente con pozze di sangue dovunque) e che non ha neppure un livido addosso?

Avambraccio di Rebecca McKay White

Per quale motivo un Poliziotto si fa raccontare da qualcuno di avere due costole rotte scoprendo il fianco offeso con un gesto del braccio letteralmente impossibile se davvero ci fossero fratture al costato?

Perché un Poliziotto che si è appena sentito dire da qualcuno di aver perso capelli a manciate e che ha verificato con i suoi occhi che il fatto non sussiste non procede immediatamente all'arresto dello spergiuro?

Purtroppo nessuno, nemmeno i giornalisti che si sono occupati del caso, ha rivolto queste domande a Mark Fullerton, John Reilly e Jody Keller, gli eroici difensori dell'ordine della Contea di Ventura.

Leggi tutto: 2002-07-18 Foto Rebecca McKay White

2005-12-15 Testimonianza Mark Fullerton

Quindi il Poliziotto stesso che ha raccolto la denuncia di Rebecca McKay White non ha visto lesioni al volto di quella stessa donna che gli ha raccontato di essere stata sbattuta con la testa 30 volte contro una colonna portante, altre 30 contro un muro, presa a pugni 10 volte, presa a calci nel costato più di 20 volte, stuprata con un avambraccio e sodomizzata con una mano.

Perché invece di portare immediatamente la donna in ospedale per documentare la mancanza di lesioni questo poliziotto l'ha invitata a trovarsi un medico che corroborasse i suoi racconti?

Che cosa fanno i Poliziotti di Ventura durante investigazioni più serie, magari per omicidio o violenza di gang?

Leggi tutto: 2005-12-15 Testimonianza Mark Fullerton

2005-12-14 Testimonianza John Reilly

Quindi John Reilly non ha visto lesioni sul volto di Rebecca McKay White, nessun segno di lotta nell'appartamento di Carlo Parlanti e neppure tracce di sangue, capelli o altro da nessuna parte!

Eppure la White gli ha appena raccontato di essere stata sbattuta con la testa contro le pareti di casa 60 volte, presa a schiaffi, pugni e calci, stuprata con un avambraccio e sodomizzata con una mano.

Quale è il motivo che ha indotto i Poliziotti di Ventura a chiudere entrambe gli occhi sulle palesi menzogne che gli venivano raccontate da Rebecca McKay White (e verificate obiettivamente da loro stessi con sopralluoghi e fotografie) e procedere con la persecuzione dell'innocente del caso, Carlo Parlanti?

Leggi tutto: 2005-12-14 Testimonianza John Reilly

2005-12-15 Testimonianza Jody Keller

To be translated

Anche la testimonianza della Poliziotta/Fotografa Jody Keller è un brillante esempio di contraddizioni ed omertà.

Dice di ricordarsi due piccoli lividi sbiaditi, uno sull'avambraccio ed uno sulla schiena, ma poi ammette di non riuscire a vederli nelle foto scattate da lei stessa (vedi: 2002-07-18 Foto Rebecca McKay White) ma, soprattutto, dimostra di non essersi neppure messa d'accordo con i suoi colleghi Mark Fullerton e John Reilly.

C'è di più: testimonia che il suo compito era di documentare minuziosamente tutte le lesioni rilevabili sul corpo di Rebecca McKay White ma poi scopriamo che ha soltanto fotografato il volto, l'avambraccio ed il fianco della stessa e senza alcun livido visibile. Eppure il rapporto della Polizia di Ventura (i suoi colleghi Fullerton e Reilly) parla di violenti colpi della nuca contro pareti (tanto da perdere capelli a manciate dalla nuca stessa), capezzoli lacerati e sanguinanti, uno stupro con mezzo avambraccio e sodomizzazione con l'intera mano e poi schiaffi, pugni, calci, pozze di sangue dappertutto, legacci stretti intorno ai polsi per intere notti... una incredibile, sadica sequenza di torture, pestaggi e stupri.

E le evidenze fotografiche di questa strage? beh forse la Poliziotta/Fotografa Jody Keller non poteva fotografare quello che non esisteva: alla fine dei conti già Reilly aveva testimoniato di aver cercato sulla White le lesioni di cui lei parlava e non averle trovate.

Leggi tutto: 2005-12-15 Testimonianza Jody Keller

2005-12-XX Testimonianza Rebecca McKay White

E' difficile inquadrare la testimonianza di Rebecca McKay White in un ambito diverso dallo sfrenatamente fantastico. Anche volendo rimanere attinenti solo ai fatti propriamente medici la White ha commesso spergiuro su spergiuro raccontando di lesioni inesistenti, sangue mai versato, mascelle mai slogate per arrivare addirittura a delle assurde fratture craniche con perdita di liquido celebro-spinale!

Di sicuro Rebecca MsKay White si è recata in agosto dal Dottor Jeff Bivens per farsi rilasciare un certificato che la vede con ecchimosi intorno agli occhi sebbene un mese prima la Polizia di Ventura la avesse fotografata senza alcun ecchimosi intorno agli occhi. Così come nel novembre (e quindi ben 4 mesi dopo le foto della polizia) si è recata dal Dottor Benjamin Fore per farsi visitare e certificare la presenza di occhi molto neri.

Ammesso e non concesso che i medici siano stati ingannati da Rebecca McKay White e che la donna si sia auto-lesionata per ottenere questi certificati (Fore dovrebbe comunque spiegare come abbia fatto a credere a degli occhi neri 4 mesi dopo un pestaggio), che giustificazioni può accampare la Polizia di Ventura che aveva scattato le fotografie senza lividi e si è poi vista arrivare dei certificati posteriori comprovanti la ricomparsa miracolosa di dette lesioni?

Non rimangono molti dubbi sulle motivazioni che possano aver spinto il Procuratore Gilbert Romero ed il Giudice James T. Cloninger ad occultare tutti questi certificati che con le loro contraddizioni provano la connivenza della Polizia e della Procura di Ventura.

Leggi tutto: 2005-12-XX Testimonianza Rebecca McKay White

2002-07-19 Foto Appartamento Carlo Parlanti

E molte domande sorgono spontanee anche osservando le foto che la Polizia di Ventura ha fatto per documentare la perquisizione dell'appartamento di Carlo Parlanti.

Porta d'Ingresso del Soggiorno


Se veramente Rebecca McKay White è stata sbattuta con la testa 30 volte contro questa bacheca di sughero come mai la bacheca è ancora li e la polizia non l'ha sequestrata ed analizzata? anzi... perché la polizia non ha sequestrato ed analizzato assolutamente niente nell'appartamento di Carlo Parlanti?

Rebecca McKay White ha parlato di pozze di sangue nel letto, di porno sul computer, di manciate di capelli strappati, insomma di una vera e propria strage. Ma i Poliziotti trovano tutto in ordine e non solo portano avanti la denuncia ma distrattamente si dimenticano tutti i protocolli di scena del crimine e non raccolgono alcuna evidenza!

Se avete la sensazione che ci sia stato un perverso intento prosecutorio non dimenticate che Rebecca McKay White è una cittadina Amerikana mentre Carlo Parlanti un cittadino Italiano.

Leggi tutto: 2002-07-19 Foto Appartamento Carlo Parlanti

Protocollo della Procura 000664

Con questa lettera, scritta da Rebecca McKay White nel luglio del 2004 e cioè subito dopo l'arresto in Germania di Carlo Parlanti, si rasenta il ridicolo e si dimostra una volta di più l'attaccamento allo spergiuro di questa donna e l'attitudine complice dei medici coinvolti nella vicenda (per non parlare ovviamente delle ovvie intenzioni persecutorie della Polizia e Procura di Ventura).

Rebecca McKay White ricorda le sue lesioni al Dottor Troy Manchester

La White invita il Dottor Troy Manchester a mentire e ricordarsi particolari mai accaduti ne tanto meno registrati nel certificato da lui trasmesso alla Polizia di Ventura (e non firmato da lui ma solamente dalla sua assistente che è anche la migliore amica della White).

Leggete il suddetto certificato e non vi troverete alcuna menzione di denti rotti (menzogna sottolineata in giallo nell'immagine sopra) ed ovviamente neppure di fratture craniche o perdita di liquidi dal naso (menzogna sottolineata in rosso nell'immagine sopra). Anzi, a pagina 000658 del suddetto certificato il Dottor Troy Manchester arriva a specificare che la paziente ha un naso con narici normali, nessuna perdita e, poco sotto, che non ci sono lesioni alla bocca e che la testa è atraumatica, tanto per togliere ogni possibile dubbio di omissione per disattenzione.

Infine un'altra menzogna coinvolgente un'altro dei medici compiacenti, in Oklahoma, e che vi abbiamo sottolineato in arancione nell'immagine sopra: controllate quanto appuntato da EB il 9 di agosto del 2002 e leggerete che prima il medico raccomanda un vag exam e poi commenta che la paziente non vuole che io prenda un appuntamento, lei richiamerà quando si sentirà pronta!

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000664

Certificati Occultati

Molti dei certificati medici che facevano parte della documentazione in possesso della Procura di Ventura, California, (il cosiddetto "discovery package") furono occultati e tenuti forzatamente fuori dal processo.

Il contenuto di queste certificazioni fa capire immediatamente perché il Giudice James T. Cloninger ed il Procuratore Gilbert Romero li abbiano occultati macchiandosi così di complicità negli stessi reati di falsificazione di evidenze processuali commessi da Rebecca McKay White e dai suoi medici compiacenti.

Per avere accesso a tutta la documentazione di questo processo Kafkiano visitate The People vs Carlo Parlanti.


Protocollo della Procura 000656-663

Il primo problema che si può riscontrare nella documentazione fornita dal Dr. Troy Manchester alla Polizia di Ventura è che non è firmata!!! O meglio, se guardate la fine del report, evidenziata in rosso, vedrete che mancano tutte le firme inclusa quella del Dr. Troy Manchester ma poi, spulciando il resto della documentazione, troviamo la firma di Tavita Hurtado nel foglio di rilascio e la sigla di Kanika Smith nella fatturazione (entrambe evidenziato in giallo).

Come ha dettagliatamente messo in evidenza la Dottoressa Benedetta Guidi, come ha fatto la Polizia di Ventura ad emettere un mandato di arresto sulla base di documentazione non firmata? E soprattutto, visto le enormi contraddizioni interne di questo certificato, è veramente di pugno del Dottor Troy Manchester? Non dimenticate che almeno una delle assistenti del Dr. Troy Manchester, Kanika Smith, è guarda caso la migliore amica di Rebecca McKay White.

 Dov'è la firma di Troy Manchester

Ma è leggendo l'esame obiettivo del certificato che si scoprono le più grosse contraddizioni interne (la diagnosi non concorda per niente con le osservazioni) ed esterne (sembra che il Dr. Manchester che ha testimoniato al processo non sia la stessa persona che ha fatto queste osservazioni obiettive. Come aveva già notato la Polizia 4 giorni prima la pelle e gli occhi sono completamente privi di lesioni o lividi, in giallo nella foto seguente, ma ancora più importante tutte le drammatiche lesioni raccontate a mezzo mondo da Rebecca McKay White (mandibola lussata, fratture craniche, perdita di liquidi celebro-spinali, etc...) sono esplicitamente confutate proprio dall'esame obiettivo di questo medico nella parte evidenziata in arancione nella foto seguente.

Difficile a questo punto continuare a domandarsi perché il Giudice James T. Cloninger ed il Procuratore Gilbert Romero abbiano nascosto questa documentazione e l'abbiano occultata dai procedimenti processali.

 Ma c'è qualcosa che non va in Rebecca McKay White?

Ma c'è addirittura di peggio: come fa il Dottor Troy Manchester a fare una diagnosi di contusione della schiena e violenza domestica (sfortunata vittima di violenze domestiche ripetute e gravi non di meno) quando proprio lui, in rosso nell'immagine qui sopra, osserva una schiena senza rossore ne edema ne lividi ne deformità visibili? Con quale coraggio queste illustre professionista diagnostica la frattura di due costole e poi osserva, sempre in rosso, che non ci sono problemi al torace e la respirazione è normale e riesce persino a percuoterlo per auscultarlo?

Ricordate la foto di Rebecca McKay White, presa dalla Polizia di Ventura , in cui lei solleva il braccio più in alto della testa per sollevare la maglietta e mettere in mostra il fianco (che oltretutto appare senza lividi)? Ma voi avete mai visto una persona a cui sono state rotte due costole una settimana prima (o due a seconda delle molteplici versioni della Signora White) sollevare così proprio il braccio dalla stessa parte delle fratture costali?

C'è qualcuno in California che non menta?

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000656-663

Protocollo della Procura 000671

Questa nota clinica del 9 di agosto 2002, e poi annotata ancora il 5 di settembre, ci indica di nuovo come Rebecca McKay White abbia più volte mentito sia ai medici che alla Polizia ed alla Corte di Ventura.

Ancora spergiuri di rebecca Mckay White

Confrontando la nota evidenziata in arancione con la lettera inviata da Rebecca McKay White al Dottor Troy Manchester si osserva come la White menta circa i suoi rifiuti di sottoporsi a visite specialistiche (ginecologiche od altro)... ovviamente si è sempre rifiutata di sottoporsi a visite che avrebbero messo facilmente in evidenza le sue montature ma poi cerca di giustificare questi rifiuti nei modi più svariati. 

Ma c'è di più, molto di più: al processo Rebecca McKay White racconterà, insieme a tutti gli altri orrori, di essere stata morsa ad entrambi i capezzoli riportando la lacerazione, con tanto di sanguinamento, di quello sinistro. Come potete osservare nella nota evidenziata in rosso la White è stata sottoposta ad un mammogramma che ha riscontrato una cisti benigna proprio nell'area dove avrebbe dovuto esserci la lacerazione. Siccome la prima fase di una visita del genere è una palpazione locale sembra altamente improbabile che lei avesse delle lacerazioni da morsi umani al capezzolo sinistro e che i sanitari se ne siano disinteressati.

Un'altra delle tante invenzioni (mandibole lussate, fratture craniche, perdite di liquido celebro-spinale, etc.) di una donna che è difficile a questo punto non definire psicopatica.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000671

Protocollo della Procura 000673-674

Il Crimine del Dr. Jeff Bivens

Sono fondamentalmente due le "impossibilita" (o meglio i crimini) che si possono riscontrare nel certificato emesso dal Dr. Jeff Bivens il 16 agosto del 2002 (sottolineate in giallo e rosso nell'immagine e verificabili nel documento completo di seguito):

Giallo

Se la Polizia stessa ha fotografato la donna senza ecchimosi al volto il 18 di luglio del 2002 come è possibile che delle ecchimosi conseguenza del presunto assalto della fine di giugno (o dell'inizio di luglio a seconda delle versioni) appaiano ad agosto?

La Dottoressa Benedetta Guidi lo ha spiegato molto bene nella sua perizia di denuncia: 

Sulla base di tali considerazioni, pertanto, è possibile affermare l'assoluta incompatibilità cronologica tra l'ecchimosi periorbitali ("black eye") rilevate dal dr. Bivens con l'asserito traumatismo cagionatele da Carlo Parlanti.
Tali lesioni accertate durante tale visita debbono riconoscere necessariamente una genesi successiva alle riferite percosse del 29 giugno 2002.
Vieppiù che nessuna lesione era stata evidenziata al momento della presentazione della denuncia avvenuta il 18 luglio 2002 come dimostrato dalle fotografie scattate nell'occasione dagli agenti di polizia, nè in occasione della prima visita medica effettuata presso il dr. Manchester in data 22 luglio 2002, il cui referto è muto circa tali lesività.

Rosso

Il Dr. Jeff Bivens è stato messo a conoscenza delle "torture ed assalti sessuali" inventati dalla contorta mente della White... ma allora come fa a giustificare uno stupro con l'intero avambraccio in una donna a cui sono state rimosse entrambe le ovaie e l'utero ben 20 (Venti) anni prima?

Se non fosse costata la vita, gli affetti e la carriera al brillante manager Italiano anche quest'ennesima "contraddizione" meriterebbe di essere presa a stralcio per una soap opera di quarta categoria!

Per finire una curiosità (per non chiamarlo l'ennesimo spergiuro) in arancione: per quale diavolo di motivo una donna con due costole fratturate sul lato destro della gabbia toracica dovrebbe preferire stare sdraiata sul lato destro???

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000673-674

Protocollo della Procura 000665

Queste note sono del primo incontro, avvenuto il 23 settembre del 2002, di Rebecca McKay White con il Dottor Benjamin Fore.

Rebecca McKay White rifiuta tutte le visite specialistiche

L'unica cosa rilevante che possiamo notare, evidenziata in arancione nell'immagine sopra, è che quando i medici si preoccupano per i racconti dell'orrore di Rebecca McKay White e propongono visite specialistiche, lei rifiuta sistematicamente!

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000665

Protocollo della Procura 000668-670

Richiesta al Dr. Robert Patzkowsky per trattamenti medici forniti a Rebecca White a seguito di un crimine accorsole il 12 luglio 2002.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000668-670

Protocollo della Procura 000666

Questa nota clinica è stata stilata dal Dottor Benjamin Fore il 5 novembre 2002. Se il certificato rilasciato dal Dottor Jeff Bivens il 16 agosto del 2002 risulta assurdo, in quanto cerca di provare l'esistenza di lividi sul volto di Rebecca McKay White ben un mese dopo che la Polizia di Ventura ha provato con foto e testimonianze che la donna non aveva alcun occhio nero, questa nota clinica di pugno del Dottor Benjamin Fore può solamente essere descritta come paradossale: cerca di affermare che il 5 di novembre dello stesso anno, e cioè ben 4 (QUATTRO) mesi dopo le foto della Polizia, Rebecca McKay White avrebbe un occhio molto nero (la sottolineatura è nel documento e la potete osservare evidenziata in rosso nell'immagine seguente).

occhio molto nero risultante dall'essere stata picchiata in luglio

Come se non bastasse l'integerrimo Dottor Benjamin Fore attesta anche la natura della lesione e ci mette per iscritto che l'occhio molto nero è da attribuirsi al pestaggio subito in Ju (la copia è incompleta ma comunque può solo trattarsi di June oppure July); ripetiamo 4 (QUATTRO) mesi prima della visita.

Molti giornalisti e televisioni hanno cercato di contattare il Dottor Benjamin Fore per farsi spiegare il miracolo di questi lividi che riappaiono non solo quattro mesi dopo un presupposto pestaggio, ma soprattutto tre mesi dopo che un ufficio di Polizia ha provato con tanto di fotografie che di lividi sul volto di rebecca McKay White non ce n'era alcuno. Il Dottor Benjamin Fore si è ovviamente fatto sempre negare... difendendo così il suo sacrosanto diritto ad inventare di sana pianta osservazioni mediche per avvallare le false accuse delle sue clienti: complimenti Dottor Fore, complimenti!

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000666

Protocollo della Procura 000667

Un'altra nota clinica, di pugno del Dottor Benjamin Fore, del 23 dicembre 2002. Questa volta il Dottor Fore si limita a registrare dei generici pruriti ed arrossamenti dalla testa ai piedi.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000667

Protocollo della Procura 000917-920

Nell'aprile del 2005, e cioè esattamente quando la Germania decide di estradare Carlo Parlanti, Rebecca McKay White ricomincia a presentare una sintomatologia dovuta alle presupposte percosse di tre anni prima e questo dopo un completo silenzio medico di due anni e quattro mesi.

L'anamnesi raccolta dal Neurologo Dottor Neil L. Pugach (a cui Rebecca McKay White era stata riferita dal Dottor Tom Freeman) è assolutamente sconvolgente, soprattutto se confrontata con i rilievi obiettivi nel certificato del Dottor Troy Manchester del 22 luglio 2002. Il medico e la donna adesso danno per accertati rinorrea, frattura cranica, dislocamento della mandibola, etc. Ovviamente è difficile credere che un Neurologo del calibro del Dottor Neil L. Pugach possa credere ad una frattura cranica con sanguinamento interno risoltasi spontaneamente o ad un collega che lasci al libero arbitrio del paziente se vedere o meno uno specialista in presenza di una tale frattura (ma non ci si dovrebbe ricoverare con una frattura cranica sanguinante all'interno del cranio?).

Sta di fatto che dopo aver raccolto l'anamnesi, con la sua lista di sintomi senza fine, il Neurologo procede con una scrupolosa osservazione della paziente facendole fare dozzine di test ed esami... e tutti questi esami e test risultano negativi! A proposito, ricordatevi che questo certificato è indirizzato al Dottor Tom Freeman ed è quindi una comunicazione professionale tra uno specialista ed il medico che gli ha riferito un paziente.

Tutto OK con la Signora Rebecca McKay White

Come potete vedere soprattutto nei punti sottolineati in verde qua sopra tutti i sintomi lamentati da Rebecca McKay White vengono confutati uno ad uno dai normali test neurologici del tipo dito-naso con occhi chiusi e tallone-ginocchio. Eppure la signora lamentava mancanza di equilibrio, disorientamento e vertigini. E più sotto Pugach ci riporta i risultati di un MRI (Risonanza Magnetica) ed un EEG (Elettroencefalogramma) che sono di sicuro stati eseguiti per valutare le conseguenze residue della frattura cranica e del sanguinamento interno al cranio con perdita di liquido celebro-spinale dal naso. Noi però lo sappiamo cosa aspettarci perchè abbiamo già visto le osservazioni obiettive del Dottor Troy Manchester che due settimane dopo il presunto assalto non ha registrato nessuna delle lesioni che Rebecca McKay White si inventa di sana pianta con gli altri medici.

E' per questo che il Neurologo Neil L. Pugach conclude esprimendo le sue perplessità con una frase che non lascia adito a dubbi: Non sono sicuro di come mettere tutto questo insieme al momento (in rosso quà sopra). Inoltre si predispone per eseguire altri test per cercare di dare una spiegazione alla sintomatologia della donna; in particolar modo si prepara a farle eseguire un'altra risonanza magnetica, questa volta con colorante di contrasto (colorante iniettato nel sangue per mettere più in evidenza i capillari sanguigni), perché diciamocelo: le fratture craniche non spariscono e gli MRI sono fatti apposta per osservarle.

Le dichiarazioni sull'emicrania di Rebecca McKay White

Vi chiediamo anche di fare attenzione a due punti particolari dell'anamnesi (in giallo qua sopra) e di tenerli a mente per un confronto da fare successivamente col documento Protocollo della Procura 000906. La paziente dice al medico di aver sofferto di emicrania sin da quando aveva 30 anni e che addirittura il disturbo era presente nella sua anamnesi familiare. La paziente informa anche il medico di aver avuto una isterectomia che noi sappiamo risalire a venti anni prima dal certificato compilato dal Dottor Jeff Bivens... tenetelo a mente.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000917-920

Protocollo della Procura 000916

Un contatto telefonico tra Rebecca McKay White e la Neurological Associates of Hampton Roads avvenuto il 23 maggio 2005.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000916

Protocollo della Procura 000915

Quello del 23 maggio 2005 è il secondo rapporto inviato dal Neurologo Neil L. Pugach al Dottor Tom Freeman circa le investigazioni sulle condizioni fisiche di Rebecca McKay White. Dobbiamo dire che il Dottor Pugach sta seriamente investigando le lamentele della paziente: le nuove analisi del sangue sono normali, la risonanza magnetica con colorante di contrasto (contrast enhamced MRI scan) non trova alcun segno delle fratture craniche, dei sanguinamenti all'interno del cranio e delle perdite di fluido celebro-spinale dal naso (e ci sorprenderebbe il contrario vista la situazione completamente a-traumatica registrata dal Dottor Troy Manchester il 22 luglio di tre anni prima). Insieme a queste analisi, che vi abbiamo qua sotto sottolineato in verde, abbiamo anche messo in evidenza una visita con un oftalmologo anche questa negativa.

Non si riesce proprio a trovare niente in Rebecca McKay White

Ma perché una visita da un oftalmologo? beh, se leggiamo il resto del rapporto scopriamo che il Neurologo Neil L. Pugach ha intenzione di sottoporre Rebecca McKay White ad una visita endocrinologica (in arancione qui sopra): ovviamente lo stimato professionista sta cominciando a sospettare che le vertigini ed i problemi di equilibrio della White siano dovuti a problemi di vista ed ormonali!

Sta anche pianificando un elettrocardiogramma sotto sforzo ed una valutazione del sonno (sempre in arancione).

Una cosa è certa: il Neurologo Neil L. Pugach ha smesso di parlare con il Dottor Tom Freeman di conseguenze traumatiche di origine criminale. Anzi, come vedete sottolineato in rosso nell'immagine qua sopra, ammette tranquillamente che riguardo agli episodi di disorientamento (perdersi) non ha ancora una buona spiegazione.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000915

Protocollo della Procura 000914

Un contatto telefonico tra Rebecca McKay White e la Neurological Associates of Hampton Roads avvenuto il 27 giugno 2005.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000914

Protocollo della Procura 000913

Un contatto telefonico tra Rebecca McKay White e la Neurological Associates of Hampton Roads avvenuto il 28 giugno 2005.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000913

Protocollo della Procura 000912

Finalmente nel rapporto del 21 luglio 2005 il Neurologo Neil L. Pugach raggiunge un eureka moment ed annuncia al Dottor Tom Freeman che, sebbene l'endocrinologo non abbia suggerito l'inizio di una cura ormonale per Rebecca McKay White, la donna ha anche fatto una visita ginecologica ed il medico ha raccomandato del Synthroid (un ormone tiroideo sintetico) come abbiamo messo in evidenza in verde nell'immagine sotto.

Finalmente un eureka moment per Neil L. Pugach and Tom Freeman

Subito dopo Pugach raccomanda a Freeman di vedere la White per discutere i suoi problemi ormonali, ovviamente causati dalla menopausa più che ventennale indotta chirurgicamente dall'aver subito un'isterectomia totale nel 1982 visto che sono stati evidenziati dal ginecologo, ed i problemi di nausea quotidiana.

Eureka... finalmente qualcosa che non funziona con Rebecca McKay White!

Avete notato come non si parli più, ovviamente, di assalti, stupri, torture, calci alla testa, stupri e sodomizzazioni con avambracci e mani? Fin qui sembra proprio che quello che è successo da aprile a luglio del 2005 sia l'ennesimo tentativo di Rebecca McKay White di accumulare documentazione medica danneggiante Carlo Parlanti da girare alla Procura di ventura. Non a caso i sintomi di Rebecca McKay White sono ricominciati ben due anni e quattro mesi dopo l'ultimo certificato depositato e, guarda caso, proprio immediatamente dopo la decisione della Germania di estradare Carlo Parlanti verso Ventura, in California.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000912

Protocollo della Procura 000911

Un contatto telefonico tra Rebecca McKay White e la Neurological Associates of Hampton Roads avvenuto il 25 luglio 2005.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000911

Protocollo della Procura 000910

Un contatto telefonico tra Rebecca McKay White e la Neurological Associates of Hampton Roads avvenuto il 12 settembre 2005.

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000910

Protocollo della Procura 000906

Ed ecco, infine, una lettera dell'estimato Neurologo Neil L. Pugach datata 23 novembre 2005 ed indirizzata a chi possa interessare. Di tutti i crimini medici che abbiamo documentato in questa timeline questo è probabilmente il più freddo, calcolato, orrendo nella sua malvagia; anche perché questa lettera è stata preparata proprio alla vigilia del processo contro Carlo Parlanti e quindi aveva esclusivamente l'intenzione di pregiudiziare tale procedimento. Di sicuro il District Attorney Gilbert Romero è stato più che felice di mostrare questa lettera al Giudice James T. Cloninger che, come dimostrerà nel procedimento, se l'è bevuta completamente!

Ma vediamone i contenuti: Pugach inizia riassumendo gli orribili episodi di tortura e stupro subiti dalla White fermandosi a mettere in evidenza le peggiori conseguenze fisiche per la povera vittima. Parte, come vedete nel confronto qua sotto, dalla perdita di fluido spinale dal naso (il che indica una frattura alla base del cranio). Ma se lui stesso ha valutato non uno ma due risonanze magnetiche negative proprio alla ricerca di queste fantomatiche fratture? E comunque perché ha mentito nascondendo anche di averli fatti dei test del genere?

Menzogna per chi è interessato Menzogna per chi è interessato
Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman

 

Il Neurologo Neil L. Pugach afferma che una delle conseguenze del severo pestaggio è stato l'insorgere di forti emicranie... ma un attimo, sbagliamo noi oppure nel suo primo rapporto aveva scoperto che Rebecca McKay White soffriva di emicranie dall'età di 30 anni? e che emicrania faceva parte addirittura della sua anamnesi familiare? 

Menzogna per chi è interessato Menzogna per chi è interessato
Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman
Verità per il Dr. Tom Freeman

 

Per il Neurologo Dottor Neil L. Pugach adesso Rebecca McKay White ha problemi cognitivi come il fatto che perde cose e poi che ha difficolta’ a cambiare moneta in un negozio, ha difficoltà a capire direzioni stradali, ha problemi con la sua parola e continua a sbattere contro cose. Ha considerevoli perdite di memoria a breve termine, sebbene molti pochi problemi con la memoria di lungo termine.

Ma se è stato proprio lui a dire nel suo primo rapporto che lei e’ allerta e completamente orientata, con attenzione intatta e concentrazione, linguaggio, e memoria recente e remota intatta. Per non parlare poi dei test di equilibrio e di stazionamento... perde l'equilibrio? sbatte negli oggetti? ma come fa un medico a mentire così spudoratamente sapendo perfettamente che manderà in prigione un povero innocente?

Ancora peggio: notate la sofisticazione della menzogna. Rebecca McKay White ha problemi con la memoria di breve termine ma non con quella di lungo termine... e certo, altrimenti non potrebbe testimoniare di fatti accaduti 3 anni prima. Complimenti Dottor Neil L. Pugach ha pensato proprio a tutto; non solo cambia idea rispetto ai suoi rilievi di una Rebecca McKay White con memoria recente e remota intatta ma lo fa anche in modo da preservare la sua capacità di testimoniare e distruggere la vita di Carlo Parlanti. 

Menzogna per chi è interessato Menzogna per chi è interessato
Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman
Verità per il Dr. Tom Freeman

 

Ed infine il capolavoro del Neurologo Dottor Neil L. Pugach: Sulla base di questa anamnesi fornita a me dal paziente e sulla base della mia esperienza in neurologia negli ultimi 17 anni, io non ho nessun dubbio che il paziente ha sofferto delle sostanziali lesioni traumatiche al cervello, come risultato del pestaggio che ha ricevuto e ha dei deficit permanenti al cervello che causano i sintomi menzionati sopra. Siccome i sintomi sono continuati per cosi’ a lungo, non e’ medicalmente probabile che ci sara’ alcun significativo miglioramento di questi sintomi con il tempo. Perciò io considero che lei ha un deficit maggiore permanente nelle sue funzionalita’ generali, a causa delle lesioni che ha sostenuto per via di questo pestaggio. Io credo che questo deficit sia abbastanza severo da precluderla dall’essere in grado di performare qualunque tipo di lavoro nel futuro.

Che fine hanno fatto i test e gli esami condotti e meticolosamente riportati al Dottor Tom Freeman? Cos'è successo alle diagnosi comunicate da Neil L. Pugach allo stesso Dottor Freeman? Come può un medico dall'alto del suo giuramento ippocratico mentire così spudoratamente? Come può un professionista della medicina rubare la vita di un uomo innocente inventando questo genere di certificati e firmando l'esatto contrario di quanto già attestato in precedenza?

Menzogna per chi è interessato Menzogna per chi è interessato
Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman

Verità per il Dr. Tom Freeman

 

A proposito di firme; moltissimi professionisti e giornalisti (persino la RAI) hanno cercato di avere delle risposte dal Neurologo Dottor Neil L. Pugach circa le incredibili affermazioni da lui firmate ma Pugach si è sempre negato. Questo ha fatto cadere in noi uno dei primi sospetti che avevamo avuto e cioè che Rebecca McKay White (o qualche sua complice nell'ufficio del Dottor Neil L. Pugach) avesse lei stessa falsificato la lettera che il District Attorney Gilbert Romero ha utilizzato per pregiudicare Carlo Parlanti con il Giudice James T. Cloninger. Beh facciamo così: questa la lasciamo a voi per esercizio; osservate le firme dei vari documenti nell'immagine qui sotto!

Firma per chi è interessato Firma per chi è interessato
Firme per il Dr. Tom Freeman

Firma per il Dr. Tom Freeman

Firma per il Dr. Tom Freeman

Firma per il Dr. Tom Freeman

 

Leggi tutto: Protocollo della Procura 000906

Collegati

Language

Choose a language...

...or try with Google